lunedì 18 aprile 2016

COSA MI FA ODIARE UN LIBRO.. .. "gli ordini li dai ai cani!"

Questa non è una recensione vera e propria, perché questo libro non l’ho finito, vi chiederete perché scriverci allora un post? Semplicemente perché è l’esempio lampante di cosa mi fa chiudere un libro seduta stante!
E’ una cosa frustrante perché ero settimane senza leggere e la trama di questo in particolare mi era sembrata intrigante.
Stò parlando di “Un uomo pericoloso” di Gwendolen Hope. 
Trama: Un individuo irrompe all'improvviso nella vita di Sophie Santamaria. 
Si tratta di un uomo pericoloso. 
Lui le prenderà tutto ciò che ha. 
Allora, prima di tutto la trama mi ha confuso. Si parla di un individuo, ma si scopre che è un cugino, per giunta carnale. Non so a voi, ma a me la cosa disturba. Ho letto di incesti come Proibito che m sono anche piaciucchiati, ma li parlava chiaro e tondo del legame di sangue e soprattutto vivevano una storia tutta particolare. Non so se poi si scopre che non sono veri cugini, come ho detto non ho assolutamente intenzione di finirlo. Non è l’unico esempio che ho a disposizione, un altro libro ha fatto la sua stessa fine per lo stesso motivo, I suoi occhi su di me di Aurora Belle, recensione lampo su G+. Ci sono varie cose che m irritano, ma questa è la più grossa di tutte: la donna che si inginocchia davanti al primo stronzo che passa!
Vi sembra un motivo futile? Per me non lo è.
Quando si parla di donne forti, emancipate e con un’alta considerazione del loro sesso, cioè che non si credono il sesso debole, io m aspetto mento all’aria, sicurezza e sicuramente, nessun obbedienza con i maschilisti. In questo libro Sophie la protagonista è più capace del fratello che diciamolo, è un idiota, e quindi m aspettavo da lei la solita donna “non ho bisogno di te”. Quasi irritante ma preferibile a quella che si fa dare ordini dal PRIMO CHE PASSA. E sorpresa, ecco Ismael, figo più che mai, che le ordina, “Vieni qui”, “In ginocchio” e “più vicino”!  Allora ciccio, non ci siamo capiti, “Vieni qua lo dici al cane”.
E sono arrivata alla tenace risposta di lei prima di chiudere, si è inginocchiata e ha chiesto con gli occhi il permesso di slacciargli la cintura.
BENISSIMO è stato un (dis)piacere leggere questo libro ma io mollo senza pensarci mezzo secondo.
Impossibile continuare, non m interessa se alla fine si innamorano, perché iniziare una storia in questa maniera è buttare all’aria la dignità.
Si al sesso occasionale, no al degrado.
Io prendo molto sul serio le mie letture. Mi piace leggere di fantasie, di romanticismo, di veri uomini e vere donne. Un libro è l’avverarsi di certe fantasie, o nel caso dei dark romance è leggere di una donna forte che non si lascia sopraffare dalle violenze. Non so che genere sia questo, non so se è un dark romance, se veramente è di questa categoria, come lo è I suoi occhi su di me, io lo trovo offensivo. Non trovo nulla di eccitante nel vedere un donna diventare una marionetta. Dopo magari finisce bene? Ah be intanto sei arrivata a un livello incalcolabile di bassezza.
Lasciatemi pure un commeno su cosa non sopportate voi nei libri

Alla prossima