lunedì 8 maggio 2017

LA BIBLIOTECA DELLE ANIME: recensione.

Trama:
" L'avventura cominciata con "Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali", e proseguita con "Hollow City", trova, in questo terzo libro, un finale eccitante, pieno di suspense. Jacob, il protagonista sedicenne, che ha appena scoperto di essere dotato di un nuovo, straordinario potere, intraprende un rocambolesco viaggio per andare a salvare i suoi amici Speciali tenuti prigionieri in una fortezza apparentemente inespugnabile. Con lui ci sono l'adorata Emma Bloom, la ragazza capace di creare il fuoco con la punta delle dita, e Addison MacHenry, il cane dotato del fiuto giusto per seguire la traccia lasciata dagli Speciali rapiti. Insieme, i tre si lasciano alle spalle la Londra moderna per infilarsi nei vicoli labirintici di Devil's Acre, i bassifondi più abietti dell'Inghilterra vittoriana: infatti, sarà proprio qui che il destino dei ragazzi Speciali di ogni luogo ed epoca dovrà essere deciso una volta per tutte. "

SPOILER SPOILER SPOILER SPOILER

Buon giorno, buona sera o anche buonanotte lettori. 
Ho finalmente finito la trilogia di Ransom Riggs, Miss Peregrine e la casa dei ragazzi speciali, La biblioteca delle anime.
Il mio giudizio rimane POSITIVO.

Anche questo terzo episodio mi è piaciuto come i precedenti, ma non come Hollow City, fra tutti e tre penso che sia il migliore. Adoro i viaggi intrapresi da un gruppo di amici diversi fra loro che tra un affetto e una scaramuccia superano le difficoltà insieme.

Il talento di Jacob in questo terzo e ultimo capitolo rende le cose ancor più interessanti, e per fortuna la loro storia d'amore non intralcia la trama, che continua a tener viva l'attenzione con i colpi di scena (scontati o meno lo deciderete voi e con il vostro gusto) e personaggi vari e battute divertenti buttate qua e la, che ci stanno sempre bene.

Devo ammettere che alcune cose non mi sono piaciute del tutto.

Per esempio la morte di Fiona, un personaggio poco importante ma che a me è saltato all'occhio per la, seppur appena accennata, amicizia con Hugh, un'amicizia mooolto Speciale. 
Capisco che non si può piangere troppo per una scomparsa, anche perchè il libro deve pur finire, ma è stato FIN TROPPO BREVE il lutto.
La poca considerazione per questa ragazza mi ha enormemente infastidito, al contrario dell'accenno molto più significativo della Speciale del secondo volume, che non voleva separarsi dalla sorellina Normale. 
L'addio che si sono dati è stato molto più sentito con questa sconosciuta piuttosto che con la povera Fiona, che poteva benissimo saltare fuori alla fine del racconto. Non trovate anche voi? Fantasy è fantasy, ma sembra proprio che neanche nella fantasia i miracoli accadono.

Altre cose inconcludenti sono il finale dell'intera vicenda. 

Riavverto c'è SPOILER, GRAVISSIMO SPOILER..

Hanno perso la loro chiamiamola, immortalità, possono vivere e morire come persone normali se non ho letto male giusto?
Ma perchè?
Non potevano semplicemente scoprire di poter viaggiare fra gli anelli, ricostruire il loro mondo e recuperare il povero Jacob ormai scambiato per un povero pazzo?
Mi aspettavo un finale del genere, non la totale normalità, o quasi.

Si sono una persona difficile da accontentare.
Perchè ora mi aspetto un seguito, un'altra trilogia.

Leggerò sicuramente I Racconti degli Speciali , e spero che mi dia ancor più soddisfazione.

Il voto è ovviamente 4 stelle

stella-immagine-animata-0113 stella-immagine-animata-0113 stella-immagine-animata-0113 stella-immagine-animata-0113

Perchè  adoro l'amicizia e unita a poteri speciali non possono che renderla una delle migliori trilogie che abbia letto.
Sicuramente la rileggerò negli anni a venire. 

ALLA PROSSIMA