venerdì 20 ottobre 2017

TRUE BLOOD, pro & contro della SerieTV

SPOILERspoilerSPOILERspoilerSPOILERspoilerSPOILER
Salve lettori,
   cosa ne pensate delle serie tv ispirate alle saghe letterarie più (o meno) famose? 
Io le odio come ogni cosa che viene sfigurata.. ops, volevo dire, trasformata in cinema e televisione. 
In queste ultime settimane mi sono messa sotto con una serie in particolare. Sto parlando di True Blood, ispirata (vagamente) ai libri di Charlaine Harris, il ciclo di Sookie Stackhouse (link a fine articolo)
Contemporaneamente sto anche leggendo i suddetti libri e come potete immaginare, le differenze non solo ci sono, ma sono ABISSALI. 
Caratteri completamente cambiati, personaggi distorti, omessi e inutili. Segreti in ogni dove.. insomma un vero scempio.

La serie Tv non è composta da molte stagioni, solamente sette, di dodici episodi ciascuno, tranne la sesta e la settima che ne ha solo dieci (che gli autori si siano accorti della stronzata fatta? Probabile) di 45/50 minuti.

Sookie è la protagonista e viene affiancata da molteplici personaggi, più o meno importanti, più o meno apprezzabili, che ci fanno conoscere più a fondo la cittadina di Bon Temps (una cittadina bigotta, dove ognuno non si fa i fatti propri)

I personaggi sono dei DANNATI LUNATICI METEREOPATICI.




Sookie non fa che rompere l'anima con i suoi tentennamenti su Bill. E lo voglio, non lo voglio, e lui fa per me, no lui non è adatto, si e no, un tira e molla INTERMINABILE. E non sto contando le mille e una volta che gli ha detto di non farsi più vedere per poi essere lei stessa ad andare a cercarlo.
Roba da mani nei capelli. 

 In crisi perenne con Bill non disdegna praticamente Nessuno. Un Eric Smemorino? Mah si è così dolce. Un lupacchiotto caldo come Alcide? Ovvio un pò di carne viva ci sta. Con un occhio sempre rivolto verso Bill non scordiamocelo. Ma siccome non le basta, perchè non un flirt con la fata vampiro (??????) con cui è promessa da 700 anni giù di li, che dopo tenta amabilmente di ucciderti? 
E quando tutto questo comincia a non aver senso (dopo sei stagioni si accorge del suo "ninfomanismo" al primo stadio) tenta pure un approccio con Sam per accasarsi, che ha sempre avuto una cotta per lei e che dopo svariate storie riesce a dimenticarla (questo ce lo fanno supporre in due battute, perchè noi l'avevamo scordata la cotta di Sam per Sookie dalla prima stagione!). Sam giustamente ha appena messo incinta una e si è innamorato seriamente, quindi il tempismo della telepate ha del prodigioso. 

Chi abbiamo poi? La sua amica Tara, un chiaro esempio di ragazza che ha bisogno di uno strizzacervelli e intendo di uno veramente bravo. Sempre a vedere del razzismo e pronta a mandare a quel paese CHIUNQUE. Devo ammettere che fa un salto di qualità quando viene trasformata, peccato la fine che le fanno fare.

Sam, il bonaccione Sam Merlotte, sempre pronto a dare una mano e ad aiutare, qui è un ragazzaccio rabbioso e di una cattiveria sottile (cattiveria che perde all'improvviso nelle ultime stagioni

Il vampiro Bill, che ti guarda da sopra degli invisibili occhiali, tipo come fa vostra nonna, per intenderci

Nelle prime serie sembra un tossico, con il colorito cinereo e lo sguardo da morto vivente, in tutti i sensi. Non capisco ancora come possano crederlo attraente, a me fa venire gli incubi.
La sua evoluzione è particolare e non è mai chiaro il suo intento. Dice di amare Sookie, ma poi l'abbandona. E lo fa in maniera convintissima e ti fa confondere veramente. 
Fin dall'inizio non mi è mai piaciuto, è un vampiro debole, di soli cent'anni. Inutile Bill io lo chiamo in confidenza.


Non ho solo lati negativi per questa serie. Le prime stagioni le ho guardate molto volentieri, ma le ultime tre hanno preso una piega troppo ridicola. La storia di Lilith soprattutto, il fatto che Sookie non era più al centro delle vicende vampiresche e le troppe storie che affiancavano gli avvenimenti principali non erano così importanti e le ho trovate noiose, anche se servivano a staccare un pò dalla scena e ad allungare il brodo.

Terry e la maledizione, Lafayette  (il miglior personaggio di tutta la serie, il fatto di usarlo è stata una delle poche cose che mi sono piaciute molto.) e il suo essere medium, Alcide e il suo essere capo di un branco che non ha funzionato lasciandolo nuovamente solo sono degli esempi.Per non parlare della sua morte. "E' morto da eroe!" gli hanno sparato in fronte e nel petto neanche il tempo di fargli dire le fatidiche battute finali. MA CHE RAZZA DI MORTE E'?


Un altro esempio è Hoyt. Nella serie è a mala pena nominato (e sicuramente non è Bubba perdio!) è un amico di Jason ma qui nella serie ha una love story che io ho shippato moltissimo con Jessica, la progenie di Bill, che nei libri non esiste. Mi hanno fatto dannare pure loro, ma sono stati così dolci nei primi incontri, salvo poi lasciarsi e far diventare lui un patetico Emo e lei una zoccola. 
Non dimentichiamo la versione Hoyt Emo, indimenticabile, e INGUARDABILE.
Mi ha fatto piacere rivederli assieme, ma non ha proprio senso. 

Un personaggio però spicca fra tutti, oltre Lafayette, e sto parlando di Eric, il bellissimo vampiro millenario. Io non mi sono affezionata a Eric grazie alla serie tv, ovviamente. Le sue prime apparizioni sono state LE PEGGIO APPARIZIONI di sempre. Se ci fosse l'oscar dello scandalo nelle serie tv, lui lo vincerebbe senz'altro
capite si il disagio?
Il quarto libro è fino adesso il mio preferito, continua a sperare di trovare parti dove lui abbia il dominio ma ancora sono rimasta delusa. 
Nella serie Tv si denota la sua forza, la sua intelligenza, e per Sookie ha fatto moltissimo e anche se con una brutalità eccessiva è sempre stato sincero non come Tossico Bill. Inoltre il suo affetto per Pam è così profondo, e insieme sono una forza. Mi hanno fatto ridere moltissimo.

Ne avrei di cose da dire, ma questi sono i punti fondamentali, non posso criticare il resto non sono un'esperta di fotografia e non ci capisco nulla di tecnica. Penso che hanno recitato abbastanza bene, chi più chi meno, la location era molto vampirica e sono stati intelligenti a fare poche stagioni.
Non avendola finita di leggere non so se mi hanno spoilerato il finale, incrociate le dita per me, in sintesi mi è piaciucchiata abbastanza, ma il finale?

Non voglio essere esplicita, perchè vorrei evitare troppi spoiler importanti, ma è il peggio finale DELLA STORIA DEI PEGGIO FINALI!
Assolutamente ridicolo! 
Io mi ero immaginata già una resurrezione ridicola e invece ci ritroviamo un omicidio, due lacrimucce e dai, avanti con la vita. 
Oh Uau, ad avercelo un amore così profondo pronto a mandarti all'altro mondo. 
Non è stato ne romantico, ne dolce ne tanto meno interessante.. 
I martiri non mi piacciono e mai mi piaceranno.

Ora spero davvero che la serie non somigli PER NIENTE ai libri, perchè potrei veramente lanciarli dalla finestra.

Era iniziata abbastanza bene, il finale li ha fregati.

Alla prossima lettori...