venerdì 27 gennaio 2017

ASAMI consiglia........ NORD CONTRO SUD di Jules Verne.


Buongiorno cari lettori, benvenuti in questa nuova rubrica dedicata a generi totalmente diversi dai soliti che propongo. Ogni mese la mia cara amica Asami, vi farà conoscere un romanzo classico, fantascientifico o altro tipo che lei ama leggere. 
Sono molto contenta di poterla coinvolgere in questa piccola idea, volevo parlare di altri generi e chi meglio di lei poteva darmi una mano? Ma non voglio dilungarmi troppo lascio la parola ad Asami.

(Nord Contre Sud)
Autore: JULES VERNE Nato a Nantes (Francia) il giorno 08 febbraio 1828.
Serie: I VIAGGI STRAORDINARI
Trama:
La storia è ambientata agli inizi della guerra di secessione americana, nella Florida sudista, e ruota intorno alla famiglia nordista dei Burbank e al loro nemico Texar, un capo sudista.
I personaggi sono ben strutturati, e le descrizioni dei luoghi ben fatte. La parte storica è ben descritta, dando uno sfondo consistente agli eventi della storia ma senza rendere troppo pesante la lettura. In un continuo combattere con botta e risposta, da parte del signor Burbank e Texar, la storia ha un capovolgimento significativo quando, quest'ultimo, aizza i sudisti della città contro la piantagione del primo, per poter rapire la figlia e la tata mulatta.
Come tutti i romanzi di Verne, il racconto è pieno di cenni storici e naturalistici, che rendono la storia ancora più reale e concreta, tanto da convincerti di essere lì, di star toccando quel terreno, di star sentendo il profumo dei fiori locali.
Non mancano i colpi di scena, che lasciano il fiato mozzato, e quando tutto pare risolto ecco ricomparire qualche altro problema che ti impedisce di staccare lo sguardo dalle pagine.
Verne è un classico, e come tale è quasi sempre snobbato e preso sottogamba. Eppure, una volta cominciati i suoi romanzi non si può fare a meno di arrivare in fondo, trattenendo il fiato e facendoci provare delle forti emozioni.

Commento personale:
Adoro Verne, riesce sempre a non deludermi e a creare qualcosa che mi lascia sempre un segno! Ho amato il personaggio di Zermah, la mulatta che protegge la figlia di Burbank, e ho odiato Texar, per la sfrontatezza con cui riusciva sempre a togliersi d'impiccio! Devo anche ammettere che mi aveva già preso alla sola idea di essere ambientato durante una guerra per rendere gli uomini tutti uguali: un tema che ho molto a cuore!
Voto: 
numero-immagine-animata-0049
Consiglio:
Altri libri con lo stesso tema: “La Capanna dello zio Tom” di Harriet Beecher,
L'ultima Fuggitiva” di Tracy Chevalier. Altri titoli dello stesso autore “I figli del Capitano Grant”, “Michele Strogoff”

Bye Bye 



Pagina Facebook di Asami sul mondo Japan, Nerd e quant'altro: