lunedì 27 novembre 2017

La coppia perfetta di B.A. Paris RECENSIONE

Salve lettori,
in questa nuova recensione voglio parlarvi di questo thriller. Non è il mio genere preferito, tutt'altro, ma è sempre un piacere riuscire a trovare delle eccezioni che mi colpiscono.
Trama:  Chiunque avesse l’occasione di conoscere Jack e Grace Angel penserebbe che sono la coppia perfetta. Lui un avvocato di successo, affascinante, spiritoso. Lei una donna elegante e una padrona di casa impeccabile. Chiunque allora vorrebbe conoscere meglio Grace, diventare sua amica, scoprendo però che è quasi impossibile anche solo prendere un caffè con lei: non ha un cellulare né un indirizzo email, e comunque non esce mai senza Jack al proprio fianco. Chiunque penserebbe che in fondo è il classico comportamento degli sposi novelli, che non vogliono passare nemmeno un minuto separati. Eppure, alla fine, qualcuno potrebbe sospettare che ci sia qualcosa di strano nel rapporto fra Grace e Jack. E chiedersi per esempio perché, subito dopo il matrimonio, Grace ha lasciato un ottimo lavoro sebbene ancora non abbia figli, perché non risponde mai nemmeno al telefono di casa, perché ci sono delle sbarre alle finestre della camera da letto. E a quel qualcuno potrebbe venire il dubbio che, forse, la coppia perfetta in realtà è la bugia perfetta…

Fare recensioni serie per me è praticamente impossibile, ma ho voluto sforzarmi per scrivere comunque due righe su questo romanzo, che mi ha appassionato sin dalle prime pagine, tanto da finirlo in giornata.

Il tema è molto delicato, una donna succube di un uomo ma non per qualche sentimento d'amore deviato. Al contrario! Jack fa capire subito che razza di stronzo psicopatico sia.
Il tormento di Grace, la protagonista, inizia già dai primi giorni di matrimonio, un incubo che non sembra avrà mai fine.
Jack ha il controllo su tutto, ogni tentativo di Grace sembra essere sempre inutile, lui è sempre tre passi avanti a lei.
E gode un sacco di questo.

Leggendo questo libro ho provato veramente tanta ansia. L'autore, o autrice, è riuscito a mettermi addosso la fifa di trovare un Jack dietro l'angolo.
Tutte le punizioni, sebbene non corporali, i controlli a vista, (pure al cesso, santiddio) e tutto il resto sono un vero incubo.

Mi sento proprio di consigliarlo soprattutto a chi come me non legge molto questo genere, magari per gli "esperti del genere" potrebbe essere una banalità.
Ho trovato interessante il modo in cui mi ha messo soggezione.
Ammetto che ho anche riso, sul mio profilo Instagram ho commentato le prime pagine sulle mie stories, perchè uno che ti segue anche al bagno e non ti fa scegliere neanche un vestito non puoi che commentarlo non trovate?

Promosso a pieni voti!

stella-immagine-animata-0113 stella-immagine-animata-0113 stella-immagine-animata-0113stella-immagine-animata-0113

Al prossimo libro,